Sei qui: Faq> Cosa sono>

Cos'è la piattaforma di un sito?

Quando parliamo di piattaforma di un sito facciamo rifermento sostanzialmente ad una struttura tecnica. Cerchiamo in altri termini di capire come è stato fatto il sito web perché in base a degli standard tecnici utilizzati possiamo a priori renderci conto se ci possono essere o meno dei limiti.

Il concetto di piattaforma non è così datato nel mondo delle agenzie web ed entra di prepotenza negli ultimi anni con lo sviluppo e l'affermarsi dei principali sistemi open souce, che operano su delle loro precise piattaforme (cms open source con linguaggio php e server linux).
Ecco, quindi, che possiamo figurativamente intendere la piattaforma di un sito come un involucro, la carcassa, un contenitore che deve essere utilizzato inserendo dei contenuti, siano testi, foto o filmati che completato il progetto.

Quante piattaforme esisteno?

Esistono molte piattaforme, molte delle quali gratuite (cms open source) come joomla, wordpress, drupal che hanno come caratteristica di base il fatto di essere pubbliche, aperte quindi chiunque può lavorare sul codice sorgente del sistema. Questo da una parte permette sviluppo e innovazione, dall'altra propone un sistema che non sarà mai adatto a fare niente nello specifico. Noi siamo scettici ai prodotti che fanno un po' tutto, perché per fare un esempio, joomla può essere

  • un sito vetrina
  • un sito ecommerce
  • un blog
  • un forum

Ma come possiamo gestire con la stessa parte tecnica un contesto così ampio? Il sito vetrina ha delle priorità che sono diverse da un forum o da un ecommerce per questo consigliamo sempre un'adeguata analisi strategica. Certo un gap da capire sono i costi, perché joomla è gratis, wordpress è gratiso, prestashop è gratis, drupal è gratis e diffidiamo da chi chiede tanti soldi per la loro personalizzazione.
Ogni agenzia web professionale sviluppa a mano una sua piattaforma, con le sue logiche e le sue priorità. La cosa importante è iniziare a vedere chiaramente l'insieme quando si sceglie la piattaforma del sito, insieme composto appunto da

  • una parte tecnica
  • una parte concettuale
  • una parte operativa
  • una parte post esecuzione sito

Se l'agenzia web si occupa solo di un aspetto, facciamo attenzione perché tutto deve essere coerente e tutto deve essere strategicamente legato. Non scegliamo piattaforme e poi altri che le ottimizzino, perché rischiamo di spendere male o, peggio, per niente.

Piattaforme web non solo CMS open source ma il su misura?

Molte aziende negli ultimi anni hanno cercato di gestire e studiare delle loro piattaforme per essere competitivi con il mercato eliminando i limiti conosciuti dei cari cms esistenti. Ogni piattaforma web deve essere customizzata o, per semplificare, deve essere configurata su misura per le singole esigenze del cliente. joomla, drupal, wordpress sono tutte piattaforme open souce che operano con linguaggio php e database MySql nate per accontentare il maggior numero di clienti possibili. Come spesso accennato, e questa sottolineiamo sempre che è una nostra opinione personale, i sistemi open source possono essere adatti a chi se ne intende un po' e sa arrangiarsi nella gestione, è un sistema un po' discutibile se pensiamo di avere un sito professionale perché l'arrangiarsi si solito va pari passo con la non competenza, con giudizi personali che non hanno fondamento e rischiano dunque di far mettere on line lavori che nella maggior parte dei casi restano anonimi o circoscritti ad amici e conoscenti.
Discorso a parte meritano situazioni precise in cui l'open source o queste piattaforme riescono a risolvere una serie di necessità che un'azienda ha nello specifico, operazioni che strutturate su misura potrebbero costare molto. (concetto sempre da analizzare nelle singole situazioni).

piattaforma di un sito

Piattaforma e prestazioni del sito web

La piattaforma del sito è uno dei tanti aspetti che dobbiamo curare e controllare del progetto e, sempre contestualizzando con le nostre esigenze, tante volte la scelta del prodotto gratuito non è ponderata ma solo comoda. La parte scomoda di questi progetti è una certa pesantezza strutturale dovuta al fatto che non sono pensati per il singolo ma per un utilizzo massivo, se ci pensiamo, infatti, la loro comodità nasce dal fatto che si scaricano, si istallano nello spazio web che abbiamo acquistato e si personalizzano. Di solito riusciamo a fare quasi tutto quello che serve attraverso l'utilizzo di componenti aggiuntivi, se serve un carrello per un ecommerce, se servono delle gallerie fotografiche, o delle newsletter propongono dei pacchetti a parte, nel 99% dei casi sempre gratuiti che si possono istallare ed utilizzare. Il concetto di fondo di queste piattaforme per i siti sono interessanti ma cozzano con altri aspetti come la velocità del sito stesso o la "pulizia" di un codice perché la piattaforma del sito in questione deve contenere ogni cosa che se non utilizzata (viene oscurata ma non tolta), dicendo al sistema di non rendere quella parte visibile attraverso dei comandi grafici (css).
La piattaforma sbagliata, rallenta molto il sito.
Ecco quindi che a volte troviamo siti che sono un po' lenti nel caricare le pagine e se associamo il tutto ad una linea un po' più lenta del solito, problema tipico della tecnologia italiana, o un utilizzo di gallerie fotografiche rischiamo di far uscire il visitatore dal sito stesso perché troppo macchinoso. La piattaforma di un sito influenza le sue prestazioni in termini di velocità di caricamento delle pagine. Quando un sito è troppo lento non è consultabile e manda via i clienti.

È conveniente adattare il nostro sito a piattaforme economiche?

Il consiglio che ci sentiamo di dare come agenzia web è quello di cercare di capire quali siano le nostre specifiche esigenze e cercare una soluzione ottimale, senza pensare al costo (almeno nella fase di ideazione). Non sempre è conveniente adattare il nostro sito a piattaforme economiche.

  • Sito economico = spesa

  • Progetto di sito aziendale = investimento

Deve essere chiara questa differenza se parliamo di contesti lavorativi.

Una volta compresi gli step principali dell'avere un sito web possiamo passare all'analisi economica cercando compromessi o soluzioni. Dobbiamo aver chiaro cosa ci serve e capire se le principali piattaforme on line sono adatte a fornirci un servizio ideale. Capiamo che è facile consigliare di spendere ma in questi contesti non è il risparmio il punto cruciale, ma trovare un servizio ottimale, capire cosa ci serve, trovare una soluzione che ci permetta di avere dei profitti concreti a prescindere dal costo. Cosa importa spendere 2000 euro per un sito che non ha possibilità di emergere a fronte di una spesa di 10 mila per un sito che ci proietta nel web e ci apre le porte a nuovi fatturati? Non si parla di azzardo, si parla di uno studio mirato e concreto che identifichi dei binari su cui muoversi e lavorare. Solo la casualità è azzardo!

Valuta l'offerta amdweb
Struttura tecnica a noleggio
Piccolo canone per essere on line con una piattaforma professionale, ottimizzata per le tue esigenze!
Ultimo Aggiornamento:17/09/2014 11:24:45
Vuoi un preventivo personalizzato?

Studio della fattibilità del progetto
Aspetti tecnici ed esecutivi
Studio promozionale post messa in rete

Contattaci
Se il contenuto Ti Piace, condividilo con i tuoi amici

Lanewsletter.net

C'è molta confusione sul concetto di mail marketing e sul concetto di arrivare al cliente finale, per questo nasce lanewsletter, per avere uno strumento di invio mail che soddisfi delle esigenze aziendali di comunicazione e di fidelizzazione dei clienti

Leggi Tutto...

Virtualeitaliano

Virtuale italiano, il primo portale pensato per dare visibilità naturale alle aziende costruendo con logiche seo tematiche e personalizzazioni specifiche per il singolo cliente. Nessun fai da te, nessun arrangiarsi, ma consulenza e affiancamento

Leggi Tutto...

Vendi on line

L'errore da non fare è pensare che il cliente arrivi nel sito per magia, perché per vendere on line serve farsi trovare e essere presenti nelle ricerche del cliente, del visitatore virtuale. L'unico limite nel vendere è legato al nostro approccio che non pensa al cliente finale...

Leggi Tutto...

Iscriviti alla nostra Newsletter
Con amdweb puoi avere il tuo sito a partire da 1 euro al giorno
Cercavi qualcosa di specifico?
Rivolgiti con fiducia allo staff amdweb.
Nome:
Inserire il nomeInserire il nome.
Email:
inserire mailInserire la email?
Oggetto:
inserire oggettoinserire oggetto
Messaggio
(inserisci un numero di telefono se vuoi essere richiamato, specificando un orario di massima):
inserire testo?
Grazie dell'invioGrazie di averci contattato. A breve riceverai una mail di conferma della ricezione del messaggio da parte dello staff amdweb.
Se non ricevi il messaggio, significa che non abbiamo ricevuto la tua mail, quindi riprova e controlla che la tua mail sia corretta. Grazie
Visita il progetto virtuale italiano. Il primo social web e-commerce per le aziende
error invio mailSorry don't know what happened. Try later.